Recensione – “Strade insanguinate” di Stuart MacBride

Buon venerdì! Dopo qualche settimana, torniamo a parlare di Stuart MacBride: faremo la recensione del suo thriller Strade insanguinate

Se vi siete persi il post precedente su questo autore, in cui abbiamo recensito Un cadavere nel bosco, potete trovarlo qui

“Strade insanguinate” di Stuart MacBride

Strade insanguinate di Stuart MacBride (Newton Compton, 2019) è un vero thriller, in cui i morti portano con sé grandi sorprese e i vivi compiono azioni a dir poco orribili. 

Personaggi: l’ispettore Logan McRae è il protagonista indiscusso insieme alla sua squadra composta da Steel, Rennie e alti sergenti. Tutti loro sono impegnati in una difficile e pericolosa indagine. 

Trama: in un bosco è stata ritrovata una macchina con, al suo interno, il corpo senza vita di un ex poliziotto che tutti credevano morto due anni prima. L’ispettore McRae è costretto a riaprire il caso per fare luce su questo inquietante mistero. In breve tempo, la squadra scopre elementi di un giro drammatico di pedofilia esistente da anni e che tutt’ora affligge la città: numerosi bambini sono stati rapiti e poi venduti al miglior offerente in quello che viene chiamato “mercato del bestiame”. 

La polizia scozzese, che inizialmente non credeva all’esistenza di un “mercato” così terribile, deve affrontare questo caso molto complicato ma tutte le piste sembrano portare a un punto cieco. L’intuizione giusta, però, arriva quando l’ispettore McRae è da solo e il suo intervento eroico gli costerà quasi la vita, proprio come è successo ai sergenti che si sono occupati del caso prima di lui. 

Ritmo: è molto scorrevole e rende questo thriller interessante. Il romanzo è abbastanza lungo ma ben costruito, e la simpatia dei protagonisti fa la differenza per alleggerire un argomento così intenso.  

Stile di scrittura: Stuart MacBride sa unire drammaticità e humour con un’abilità tutta sua. Riuscirà a trasportarvi fino alla fine del libro senza annoiarvi mai. Una storia da non perdere! 

Un libro in una frase: affrontare una situazione pericolosa comporta sempre dei rischi. Ma rischieresti la vita per riavere ciò che è tuo? 

Voi conoscete già Stuart MacBride? Avete mai letto un thriller in cui erano coinvolti anche dei bambini? Fatecelo sapere nei commenti 😃 

15 pensieri riguardo “Recensione – “Strade insanguinate” di Stuart MacBride

  1. Come ogni venerdì, eccomi qui a farti i miei complimenti per le recensioni che scrivi: bravissima Lorena, 👏👏👏! A questa domanda ci devo pensare un pochino perché magari “L’ombra del vento” potrebbe, in qualche modo, essere un thriller che riguarda il personaggio di Daniel bambino visto che la storia inizia al compimento del suo undicesimo compleanno, 🙂.

    Piace a 1 persona

    1. Grazie di cuore cara Eleonora 🙏😘
      È vero, “L’ombra del vento” è una risposta azzeccata! Anche se per fortuna Daniel non ha dovuto vivere una situazione terribile come quella descritta nel libro di MacBride…

      Piace a 1 persona

  2. Dell’autore tempo addietro ho acquistato “Il giardino dei delitti” ma devo ancora leggerlo. Anche questo mi sembra piuttosto accattivante e genere th4iller che sicuram3nte dovrebbe piacermi. Bella e completa come sempre la tua recensione 🥀🥀🥀 Buonanotte cara Lorena 🥰

    Piace a 1 persona

  3. Giusto pochi giorni fa ho finito di leggere un altro giallo sulla pedofilia, “Capodanno cinese” di Ezio Gavazzeni. Indubbiamente c’erano molti cliché (il detective disadattato, la femme fatale che lo seduce, l’uomo potente che lo minaccia eccetera), ma è stata comunque una lettura piacevole e scorrevole.

    Piace a 1 persona

  4. Start MacBride non lo conosco e di conseguenza non ho letto nulla. Le tue recensioni sono sempre molto intriganti e chissà se in prossimo futuro mi accosterò a questo autore. Se “l’ombra del veto” di Zafon fa parte dei thriller con ragazzini, ok l’ho letto. Può darsi che abbia letto anche qualcosa d’altro in tema ma non ricordo il titolo.
    O.T. finito il Tatuatone. Non anticipo nulla. Penso di scrivere una breve nota.

    Piace a 1 persona

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: